Coaching per le Aziende

 

Cos’è il coaching

Il significato della parola inglese “coach” è duplice: può stare a significare cocchio, un mezzo di trasporto utile per andare da un luogo a un altro, oppure allenatore/insegnante. L’attività che svolge un coach integra di fatto i due concetti: da un lato si configura come un mezzo di trasporto, dall’altro si intende come un allenamento della mente a sperimentare cose e situazioni nuove. Il coaching è una metodologia che accelera il raggiungimento di uno stato desiderato attraverso un allenamento mentale specifico ad hoc.

Perchè avere un coach?

  • Guardare oltre l’ostacolo

 

  • Definire e fare chiarezza

 

  • Fissare l’obiettivo

 

  • Gradualità e costanza

 

  • Impegno con se stessi

 

 

Executive Coaching

Si rivolge ai dirigenti, manager, imprenditori e, in generale, agli "executive" aziendali, per il miglioramento della loro attività con l’obiettivo di migliorare la leadership e la gestione del tempo.

Il coaching permette loro di integrare tecniche e strumenti innovativi, che consentiranno di ottenere un costante miglioramento personale e professionale.

Obiettivi

  • Sviluppo della visione strategica
  • Gestione obiettivi a breve, medio e lungo termine
  • Cogliere le criticità aziendali, identificare e mettere in atto i cambiamenti necessari
  • Ottimizzare le relazioni attraverso l'efficacia della comunicazione e dello stile di leadership
  • Tradurre in pratica i valori aziendali

 

Procurerò un cambiamento certo attraverso la tua eccellenza e la tua responsabilizzazione, al fine di portare un beneficio a 360°

 

 

Business Coaching

Si rivolge a imprenditori, liberi professionisti, aziende start-up, ma anche a lavoratori dipendenti.

Si tratta di un intervento personalizzato, mirato alle esigenze specifiche del cliente, al fine di incrementare i risultati e i profitti aziendali, migliorare la gestione dei propri collaboratori, utilizzare una comunicazione efficace e assertiva.

 

  • Organizzazione d’azienda
  • Individuazione delle competenze personali
  • Leadership e motivazione delle persone
  • Ancore di carriera, attorno al quale costruire la propria strada professionale
  • Ricerca delle potenzialità culturali dell'azienda
  • Analisi delle competenze emergenti
  • Analisi criticità e ristrutturazione punti deboli
  • Verifica dei risultati

 

Avendo una visione distaccata ed imparziale della realtà lavorativa, posso individuare le questioni da affrontare, affinchè si possano adottare le giuste strategie. Mi attivo anche attraverso strategie di Shadow Coaching, osservando le dinamiche “in azione” e restituendo un punto di vista nuovo, diverso dal proprio con il fine di migliorare la consapevolezza attraverso feedback e note condivise.

Lo Shadow Coaching è dedicato a manager e dirigenti di realtà di ogni dimensione e si fonda sul principio che la maggior delle persone non è consapevole di ciò che fa, perché portata ad agire per automatismi e abitudini; “ho sempre fatto così” si sente dire spesso uno Shadow Coach, come se questo fosse garanzia di successo e non invece il principale ostacolo a un reale miglioramento.

 

 

Group & Team Coaching

E' un efficace intervento di sviluppo che permette a Gruppi di individui o Team, di lavorare assieme per migliorare le competenze, accrescere la consapevolezza, apprendere come team e – attraverso una serie di interventi di coaching – diventare più efficaci, efficienti, focalizzati nel raggiungere gli obiettivi concordati.

 

  • Carta dei valori
  • Schema delle responsabilità
  • Stili relazioniali e comportamentali
  • Analisi del ruolo personale in un team
  • Ostacoli, punti di forza, punti di debolezza
  • Analisi delle possibilità formative per sviluppare le competenze mancanti

 

 

 

UTILIZZEREMO TECNICHE E METODI DI “PROBLEM SOLVING”

 

  • Problem finding: come scoprire il problema anche dove è nascosto

 

  • Problem setting: come definire correttamente il problema, separandolo dalle condizioni

 

  • Problem solving: come rispondere alle domande poste dal problem setting

 

  • Decision making: come prendere decisioni e valutare priorità quando ci si trova di fronte a più opzioni

 

  • Decision taking: come applicare le decisioni prese, e metterle a sistema in modo da non tornare alle vecchie abitudini

 

Problem solving strategico
 

  • Definizione del problema: si tratta di un ostacolo da rimuovere o da superare, o di un miglioramento di ciò che va già bene?

 

  • Tentate soluzioni disfunzionali: che cosa è stato fatto finora che, invece di risolvere il problema, lo tiene in vita o perfino lo aggrava?

 

  • Il potere della mente: come peggiorare la situazione, o come immaginare la situazione a problema risolto

 

  • La scala: come costruire i “gradini” che porteranno dalla situazione attuale al problema risolto

 

  • La comunicazione: dialogo strategico verso la soluzione

 

  • Stili di leadership: quanto la leadership interviene nell’aggravare o nel risolvere i problemi

 

  • Superare i limiti: se non si riesce a fare qualcosa, ad ottenere i cambiamenti, occorre analizzare i tipi di forze limitanti, per poter intervenire in modo mirato

 

  • La creatività: a che serve? Come stimolarla? Come usarla per cambiare punti di vista e paradigmi cognitivi?

 

 

PRATICHE DI MINDFULNESS

  • La visualizzazione creativa: è una tecnica psichica di elaborazione di immagini, che porta al potenziamento delle facoltà mentali e all’elevazione interiore

È utilizzata come forma di meditazione per raggiungere livelli superiori di consapevolezza. Sfrutta La la capacità tipica dell’emisfero cerebrale destro di creare immagini. Praticata con costanza permette di attivare maggiormente due aree cerebrali molto importanti: la mente intuitiva e la creatività

 

FOCUSING

è una modalità di ascolto, che favorisce:

  • un contatto profondo con se stessi, l’accesso al proprio interno mediante le sensazioni, le intuizioni, che provengono dal corpo
  • un approccio che ci insegna a “mettere a fuoco-focalizzare” oltre le emozioni e i nostri labirinti mentali, direttamente in contatto con la conoscenza che il nostro corpo ha di ogni situazione

Si tratta di un’abilità finalizzata a conseguire diversi obiettivi:

  • comprendere quello che sentiamo e vogliamo; superare i blocchi, prendere decisioni e risolvere problemi; divenire più attenti e accoglienti con se stessi e con gli altri; integrare corpo e mente; trovare sollievo dalle tensioni; rafforzare la nostra indipendenza rispetto a fattori e guide esterne e rispetto al nostro stesso sistema di credenze

 

 

IL BRAINSTORMING

E' una tecnica specifica di Coaching che è stata elaborata, integrando due forme di Brainstorming:

  • l'immaginario catastrofico, che risposnde alle domande quali:

"Che cosa potrebbe andare storto?", "Quali sono le difficoltà che potrebbero verificarsi?", "Qual'è la cosa peggiore che potrebbe accadere?". E' un processo utilissimo volto a identificare le aree di minaccia, la loro rilevanza rispetto al problema e la probabilità che si verifichino

  • l'immaginario fantastico, che risponde alle domande quali:

"Che cosa potrebbe dare bene? qual'è il migliore obiettivo e risultato?", "Qual'è la cosa migliore e inaspettata che potrebbe succedere?"

 

 

Il fine è quello di sviluppare le condizioni migliori per generare soluzioni.

Insieme al problem setting e al problem solving, consente di aumentare il grado di consapevolezza dei possibili inconvenienti.

 

 

Prenota il tuo incontro e potrò comprendere come aiutarti